Un nome: Cicci.
Una famiglia: garanzia di qualità nel mondo della ristorazione e dell’accoglienza. Uno stile culinario: attivo ed energico da oltre 50 anni, merito del fondatore Cicci e dall’evoluzione compiuta dai figli e dalla nipote. Una cucina: radicata nel territorio, abile nel valorizzare le materie prime tipiche della regione e i piatti della tradizione veneta.

Nel 1968 grazie all’intuito del fondatore Cicci e alle abili doti culinarie della signora Lidia, nasce la loro prima Osteria con cucina a Corbanese.

Papà di Paola e Celeste, nonno di Pamela

CLAUDIO POSSAMAI

Cicci, quartogenito di sei figli, inizia la sua carriera lavorativa nel commercio di frutta e verdura. All’età di 23 anni sposa Lidia, con cui decide di intraprendere e coltivare la passione per il settore dell’ospitalità. Uomo brillante, carismatico, ma soprattutto autoritario. Oggi il patron de Il Capitello, che continua a stare al fianco dei figli e della nipote, domina la griglia e prepara lo spiedo.

Mamma di Paola e Celeste, nonna di Pamela

LIDIA BORSOI

Cuoca per vocazione, con un talento naturale per la buona cucina. A 19 anni Lidia inizia a lavorare all’Osteria, dove dà vita a quei piatti eccezionali che, negli anni, segneranno la sua storia. Tuttora non riesce a stare lontana dalla cucina e il suo tocco magico impreziosisce ogni ricetta.

Figlia di Claudio e Lidia

PAOLA POSSAMAI

La sua carriera lavorativa inizia nella sala dell’Osteria. Travolta, poi, dalla passione per la cucina, si dedica ad apprendere tutti i segreti delle ricette di mamma Lidia e si specializza nella pastificazione.

Figlio di Claudio e Lidia

CELESTE POSSAMAI

Dopo alcune esperienze lavorative lontane dall’ambiente familiare, si avvicina all’attività di famiglia e decide di affiancare i genitori e la sorella Paola nella gestione del Ristorante. Oltre ad occuparsi della sala del ristorante cura la vigna di famiglia immersa nelle colline del Conegliano Valdobbiadene DOCG.

Figlia di Paola

PAMELA DAL MAS

Trascorre buona parte della sua infanzia all’interno del ristorante e, una volta terminati gli studi, entra anche lei a far parte dell’azienda di famiglia. Artefice della carta dei vini, Pamela si occupa anche dell’accoglienza nel Ristorante.